Cronaca di una Brexit a sorpresa

Il leader del partito nazionalista UKIP Nigel Farage è stato il primo a votare ieri mattina, il primo ad esprimersi ad urne appena chiuse, il primo a festeggiare la fine di un «progetto fallito», il 23 giugno come il giorno dell’indipendenza per il Regno Unito. Per la Gran Bretagna e l’Europa intera inizia una fase 2 difficile da prevedere. Ciò che è certo è quanto emerge dal voto referendario che ha sancito il sì alla Brexit: per dirlo con le parole di Chuka Umunna

Continua a leggere su L’intraprendente.it.

CC BY-ND 4.0 This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NoDerivatives 4.0 International License.

Gabriele Carrer

Giornalista @ La Verità.